Vortex vs Ruach

Vortex vs Ruach

La vorticità

Alterato dalle forze della vorticità intra moenia, perturbato dalla forza predominante, il notorio caso della paramnesia si riconosce nell'attrazione dello Spiritus loci. L'individuo assume come altro da Sé quale realtà speculativa un suo surrogato. Chiara è quindi l'alterità che vogliansi considerare di per sé stessa: gravità di entità presente. Imperciocché questa forza, quale espressione della volontà di esistere, si palesa, nell'esser sensibile, alla sommità della di lui bocca. Infatti nei processi del puro inspirare possiamo rilevare i manifesti effetti che si esprimono con la reduplicazione dell'anima senziente nella ghiandola pineale che a singolare unità sarebbe così erroneamente intesa.

La luminanza delle aree riconosciute produce rischiarati spazi narranti. Il processo di tale palesamento trovasi col calcolo istituito secondo le leggi dell'equazione della vorticità. Essa può essere compresa massimamente considerando il caso essenziale di un fluido incompressibile, non viscoso, ma organico, in ispecie isolato da sollecitazioni ed influenze di forze esterne, di grado psico-somatico. In questo caso il moto è inerziale viene espresso con una secrezione della tireotropina (TSH). Il momento angolare si conserva e il vettore vorticità è solidale con la materia di produzione, la melatonina regolatrice del ritmo circadiano sonno-veglia. Se in un dato istante la vorticità è allineata a una linea materiale di lunghezza infinitesima reagisce alla poca luce rimanendo così sempre allineata.

Nel processo ototopico attivato dall'inspirazione, il moto delle alternanze paramnetiche, si esprime tra le frequenze discrete di 5 e 76. Il sistema si qualifica in un proietto che viene trasportato su concetti atemporali. Affinché il trasporto dello spirito rendesse in moto diverso la personalità prossimamente eguale a quella manifesta sia per il senso medesimo che nel suo opposto sarà espresso, in pari tempo, la verifica di una nuova e chiara connessione tra res cogita e res extensa a vantaggio di una consapevolezza del Sé.

La manifestazione

Dal confronto delle osservazioni con le manifestazioni ricorrenti di paramnesia siamo pertanto indotti ad ammettere che il vortice è il vettore principale del processo di possessione di uno spirto extra-corporale (Spiritus loci) che definiremo il Lar. Tale è l'esistenza di codesta forza che, nella sostituzione, attrae a sé i sentimenti di riconoscimento di territori tanto nuovi quanto familiari. Scenari che, ancorati a certe rimembranze, confermano l'appaesamento.

Imperciocché la forza manifesta attira ancora le conoscenze con una intensità in ragione diretta delle molteplici presenze interne. La Memoria inversa nel raziocinio, vissuta attraverso le distanze del tempo e dello spazio, interviene quale forza connettiva della natura medesima.

L'azione principale, la vorticità, sosteniamo agisca con egual legge per ogni selezione di coscienza come fluido di spessore infinitesimo. Nel tal moto avviene che il disegno rotatorio, con subitanea velocità angolare ω, equanime si allochi il Lar sussunto nella coscienza dell'ospitante. Acciocché ogni selezione che impegni una qualche area particolare di coscienza si sposti verso destra con velocità u(x), e poi in reazione ruoti su sé stessa con moto espresso in velocità angolare ω(x). Tale vortice sarà determinante per l'accesso volontario allo Spiritus loci, il Lar.

Notazioni

Sull'osservazione dei sentimenti espressi nei paramnetici, a riguardo della gravità che essi esprimono, conviene considerare che si tratta di un caso particolare di forza affermativa e nel tempo e nello spazio, tale che, come noi crediamo, contenga in sé la capacità di interpretare i segni delle epifanie indotte. Questa infatti è la sola possibilità di leggere il senso dei mutamenti del territorio che possiede quell'anima investita dalla paramnesia.

E poiché è principio generale in natura che la reazione è uguale e contraria all'azione nel ricorsivo 118 possiamo affermare, con un alto grado di sicurezza, che ogni singola identità sarà simultaneamente attratta da tutti i conoscimenti che gravitano nel sistema-Mondo, secondo la legge indicata, e lo saranno parimenti i ricordi dati e ricevuti i quali saranno accettati come propri; riverberi della terrena umana esperienza, espressi nel corpo con gravi avviluppamenti in forma di vortice.

Così per analogia potremo ritenere con fondamento che, attraverso le leggi generali del moto, i due Sé fra loro in comunione di corpo, si attraggano a vicenda con la stessa legge e non solo fra memoria e memoria ma anche fra elementi di spirito così come si riscontra nelle ordinarie esperienze sulla gravità della simbiosi.
Joseph Conti. 1921

Ultime ricerche

  • Le umanazioni

    Quello che si rappresenta in modo chiaro nelle "umanazioni" è il percorso che ogni Lar intraprende per coinvolgere il corpo nel suo...

    Lug 27, 2020

  • Vortex vs Ruach

    Alterato dalle forze della vorticità intra moenia, perturbato dalla forza predominante, il notorio caso della paramnesia si riconos...

    Lug 27, 2020

  • Sulla Teoria delle remissioni

    Nelle introduzioni elementari alla Teoria delle Remissioni immanenti la dilatazione del tempo viene spesso dimostrata ricorrendo al ...

    Lug 27, 2020

  • Come un sentiero errante

    Tra le scoperte che possiamo considerare indicative alla ricerca sugli effetti della paramnesia vi sono quelle relative al cosiddet...

    Lug 27, 2020

  • Magister primo

    La ragione diretta quale strumento di discernimento del significato fisico dell'equazione della vorticità può essere considerata l...

    Lug 27, 2020