Dissertazioni sull'opera Storicamente

1877-Spoleto-Ponte-delle-torri

Per la formazione e lo sviluppo di una memoria trans-generativa

Gli argomenti logici, coi quali mi accingo a dimostrare che la libertà percettiva è utile al progresso dell'intendimento, potrebbero egualmente servire a dimostrare che la libertà percettiva è utile al progresso delle scienze, delle lettere, e delle arti, e che il dispotismo è loro fatale.

È stata mai formalmente contestata la correttezza di questo principio? Sembrerebbe che lo sia stata da parte di coloro che non sapevano quello che volevano dire. È esso suscettibile di una prova diretta? Sembrerebbe di no, poiché ciò che viene usato per provare tutto il resto non può esso stesso venire provato se non attraverso il Mutazionismo ototopico.

Per tali ed altri pregi il Mutazionismo ototopico deve essere annoverato fra i più grandi artefici del miglior secolo, imperciocché sarebbe ragionevole misurarne il merito da certe opere progettate, nelle quali scorgesi una sensibile declinazione dialettica.

Se col solo aiuto dei buoni e operosi partecipanti, siam giunti a delineare quel miglior modo che per noi si è potuto, possiamo affermare che un quadro, ancorché non completo, dei progressi della nova cultura storica sia in via di definizione, ora che la salda mano della provvida ispirazione ha voluto benignamente soccorrerci della sua protezione, riunendoci ad una congrega di illuminati spirti.

Potremo vie meglio appagare la curiosità degli stranieri al Mutazionismo ototopico, che divisi come essi sono da noi, e con poche comunicazioni, difficilmente giungerebbero a conoscere ciò che si opera in questo studio, di cui vorrebbero caldamente occuparsi, non ignorando come fu ed è, al dir di essi, classica rivelazione.
Intanto, perché si contamini lo splendore che viene alla familiar memoria dalla perfezione delle belle arti della seducente Storia Patria, che in lei ha posto la principal sede, ed affinché nessun sommovimento di mutazione manchi a quelle dolci parole di umanità e di libertà che sono origine dell'intima immaginazione.

Affermando, esser venuto il tempo, in cui la sede dei nostri splendori sia ottimamente cangiata per non asservire sol come ornamento alla consuetudine ma financo alla più cogente libertà, consiglio che si operi nei patti in accordo ai principi ototopici, in poter della percezione condivisa, perché nell'intimo teatro dei nostri ricordi siano riprodotti massimamente artifizi storici e ambiziosi costrutti, situazioni ed altri fatti delle esimie arti documentali, usciti di mano ai più nascosti et obliati  archivi della storia nostra.

E qui senza aggiungere più altre parole preghiamo tutti coloro, che la nostra opera del loro aiuto confortano, a voler ricevere questa elucubrazione, come novella prova di quello zelo che tutti noi anima sempre al buon progredire di questa impresa.

Or tale essendo il valore e la sorte mutevole delle proporzioni che nelle tradizioni anno invero consolidato il carattere dei popoli e maggiormente di quelli italici, possiamo senza dubbio affermare che il processo di rigenerazione può avvenire principalmente con due modalità: sostituendo il portato storico originale con uno diversamente posto e concepito (quindi oppostamente calato nella storia nostra, nella sorpresa riconosciuto e comunque d'immutabile carattere culturale) oppure con la volontaria rappresentazione di sé in tempore, svolta nella forma di visione, di ipotetiche connessioni che non di capriccio sieno figlie ma invero di tangibili e reali documenti, marchiati dal sigillo del passato e fieramente sorti per illuminarci della verace direzione.
Almeno financo il fatto stesso possa essere immaginato a ragione anche dagli altri sodali acciocché niuna prova possa esser tralasciata.
Image

Spoleto, sotto il Ponte delle Torri. 1877

Nelle architetture delle storie e nelle forme naturali ch'esse devono ispirare, come è detto, suole stabilirsi il rispecchiamento della vita nostra, e già colle rappresentazioni sistematiche del mondo le profonde elaborazioni del sapere dotate di un comune desiderio del bene, sono formate per opera del primo motore del nostro sentire.

Ed invero si ricerca la stupefazione nelle rinnovate opere, nell'ottima scelta delle forme delle vicende storiche, nella più esatta corrispondenza delle parti, ove sempre il fine imitatore della bella natura della Storia massimamente può lodarsi per la purità e finezza del concetto.

Author’s Posts