Francesco Franchi

Francesco Franchi

Esistono diversi livelli evocativi nella firma apposta nel foglio di via, sottoscrizione del proprio nome quale unica traccia arrivata fino a noi, di Francesco Franchi.
Livelli che motivano l'intenzione della tela. Dal momento che possiamo solo immaginare l'indicato di sé stesso come un livello di titoli e parabole che accompagnano gli orizzonti di una vita, presumibilmente questo fu ciò in cui la sua consapevolezza cosciente fu più attiva durante il processo creativo. Nel mettere in relazione le distonie sociali con le incisioni che fatti contingenti segnavano il suo stato d'animo, sarà meglio evitare qualsiasi sessione psico-inquisitoria e confinare se stessi all'ovvio schema del chiaro foglio di via, al tono delle storie che un'epoca faceva trasparire nelle note compilate con scrupolo.

Francesco Franchi, dipinto a olio su tela (150×80 cm), Giuseppe Polegri, 2018.

Francesco Franchi, dipinto a olio su tela (150×80 cm), Giuseppe Polegri, 2018.

Sulla tela viene rappresentata la firma del pittore Francesco Franchi, unico segno lasciato dall'artista e giunta fino a noi contenuta in un foglio di via. Il difficile reperimento di opere o notizie che lo riguardano fa sì che l'unica traccia reperibile del pittore Francesco Franchi è quella firma.
Francesco Franchi, in un periodo storico costellato di grandi difficoltà, ha deciso di intraprendere il mestiere di pittore tentando così di affrancarsi dalle difficoltà economiche del suo contesto. Questo almeno sembra emergere nel contenuto del foglio di via del 1854.

Mi nutro di senso

Tutte quelle cose che nutrono gli occhi hanno sapori modulati dalla significazione e profumano di concetti e simbolicità. Nutrendoci così di segni saporosi soddisfiamo la fame di senso del Mondo
L'operazione che ho inteso svolgere è stata quella di riproporre la sola traccia pervenuta fino a noi, la sua firma, la quale il Franchi, avrà o avrebbe voluto apporre su una tela al completamento di una sua opera.
La storia mancata, attraverso un labile documento trovato casualmente, si concatena con una ideale traiettoria nel presente attraversando il tempo.

Author’s Posts

  • Teoria politica dell’arte

    Riflessioni a partire da Hannah Arendt Partendo da un’analisi puntuale della teoria politica di Hannah Arendt, questo libro si pro...

    Set 18, 2020

  • Non è vero

    Disordinazioni: un' avanguardia subliminale di massa. "Disordinazione" è un termine non comune nella lingua italia...

    Ago 28, 2020

  • Lennon not Lenin

    Il muro di Berlino erano due. Un romanzo di reduci un po’ disadattati del ’68. Un romanzo che gioca con il Mur...

    Ago 28, 2020

  • Aldo Massari

    Ogni qual volta si tenta di rappresentare la realtà umana si tratteggiano quei segni distintivi di un supposto valore positivo ...

    Lug 27, 2020

  • Incontri in via dei Serpenti a Roma

    Giochi del senso e/o non senso con Cesare Pietroiusti organizzano 3 incontri in via dei Serpenti a Roma nel 1996, propedeutici all'i...

    Lug 27, 2020